SPEDIZIONE GRATUITA | USA $75 / UE €50 Consegna con pagamento del dazio.

scienza della longevità

I tratti distintivi dell'invecchiamento

L'invecchiamento è qualcosa che tutti noi attraversiamo e gli scienziati sono sempre stati curiosi al riguardo. Con il passare del tempo, il nostro corpo non funziona più bene come prima. Ciò significa che potremmo ammalarci più spesso o impiegare più tempo per guarire. Alcuni di noi potrebbero addirittura affrontare problemi di salute più gravi, come le malattie cardiache o il cancro. Un famoso studio chiamato "The Hallmarks of Aging" ha elencato nove ragioni principali per cui invecchiamo. Poi, nel 2022, i ricercatori di Copenhagen hanno aggiunto altri cinque motivi a quell'elenco. Tutte queste ricerche ci aiutano a comprendere meglio i cambiamenti che avvengono nel nostro corpo quando invecchiamo.

In Purovitalis, siamo profondamente impegnati nella comprensione di questi tratti distintivi dell'invecchiamento. Crediamo che, concentrandoci su di essi, possiamo creare integratori che supportino veramente il nostro corpo durante l'invecchiamento. Ma sappiamo anche che la scienza può essere complicata. Ecco perché ci impegniamo a spiegare questi segni distintivi in un modo che sia facile da capire per tutti. Il nostro obiettivo è quello di colmare il divario tra i concetti scientifici complessi e la conoscenza quotidiana, assicurando che lei sia ben informato e sicuro delle scelte che fa per la sua salute.

Primo piano della mano di un bambino che stringe delicatamente la mano rugosa di una nonna, a simboleggiare il legame tra le generazioni e i tratti distintivi dell'invecchiamento e le cause dell'invecchiamento.

scoprire

Tutti i segni dell'invecchiamento

Diamo un'occhiata più da vicino a questi 14 segni distintivi per capire meglio cosa succede nel nostro corpo durante il processo di invecchiamento:

Le cause primarie dell'invecchiamento sono le caratteristiche principali.
L'accumulo delle cause dell'invecchiamento è causato da piccoli danni a lungo termine.

1/ Danno al DNA

Instabilità genomica

Pensi al suo DNA come al manuale di istruzioni del suo corpo. L'instabilità del genoma può offuscare queste istruzioni a causa di errori di replicazione del DNA o di stress cellulare. Anche se i danni minori al DNA non sono sempre dannosi, possono accumularsi nel tempo, causando il malfunzionamento delle cellule e contribuendo all'invecchiamento.

Se una cellula presenta troppi errori, soprattutto nei mitocondri (i produttori di energia della cellula), potrebbe non funzionare in modo efficiente. Tuttavia, sostanze come il resveratrolo, il magnesio, la vitamina B, la melatonina, la creatina e l'NMN possono sostenere una sana funzione mitocondriale.

2/ Perdita della protezione del DNA

Accorciamento dei telomeri

Pensi al suo DNA come a un laccio da scarpe, con i telomeri che assomigliano alle piccole punte di plastica alle estremità. Questi telomeri proteggono il nostro DNA essenziale.

Perché i telomeri sono associati all'invecchiamento?

I telomeri impediscono al nostro DNA di attaccarsi ad altri componenti cellulari. Se il DNA è il manuale di istruzioni del corpo, i telomeri assicurano che queste istruzioni rimangano separate e non danneggiate. Inoltre, regolano la frequenza con cui una cellula può dividersi. Quando le cellule si dividono, i telomeri si accorciano, agendo come un conto alla rovescia. Quando si accorciano troppo, la cellula smette di dividersi, il che può portare all'invecchiamento o al danneggiamento della cellula. Alcuni ricercatori ritengono che questo processo possa essere legato all'invecchiamento umano. Preservare i telomeri potrebbe potenzialmente prolungare la nostra durata di vita.

3/ Espressione genica compromessa

Alterazioni epigenetiche: Un cambiamento nell'espressione genica

I cambiamenti epigenetici sono come interruttori che possono accendere o spegnere determinate parti del nostro DNA. Non cambiano il DNA stesso, ma possono influenzare il suo funzionamento. Questi cambiamenti possono essere influenzati dalla dieta, dallo stress e dall'ambiente in cui viviamo.

Quando invecchiamo, questi interruttori possono influenzare aspetti come l'infiammazione e il modo in cui le nostre cellule producono energia. Se troppi interruttori sono nella posizione sbagliata, l'invecchiamento può essere più rapido.

Comprendendo e gestendo questi interruttori, potremmo essere in grado di invecchiare in modo più sano. Semplici cose come mangiare bene, ridurre lo stress ed evitare abitudini dannose come il fumo, possono aiutare a mantenere questi interruttori nella giusta posizione.

4/ L'equilibrio proteico viene alterato

Perdita di proteostasi

Con l'avanzare dell'età, il nostro corpo potrebbe faticare a tenere sotto controllo le proteine, causando problemi come infiammazioni e problemi agli organi. Se si accumulano troppe proteine danneggiate, si può accelerare l'invecchiamento e causare malattie.

La buona notizia? Possiamo aiutare il nostro corpo a gestire le proteine. Mangiare meno, digiunare e seguire diete come la Mediterranea o la DASH possono aiutare. Inoltre, è essenziale vivere una vita senza stress, perché lo stress può alterare il nostro equilibrio proteico e la nostra salute generale.

5/ Batteri intestinali squilibrati

Disturbi del microbioma (nuovo)

Un recente studio del 2022, condotto a Copenhagen, ha evidenziato un nuovo aspetto dell'invecchiamento. I piccoli organismi del nostro intestino, noti come microbioma intestinale, subiscono dei cambiamenti nel corso del tempo. C'è un cambiamento nel tipo di microbi e una diminuzione della varietà di specie. Inoltre, le barriere del nostro corpo, come la parete intestinale, possono indebolirsi, provocando infiammazioni. Queste alterazioni della salute dell'intestino possono provocare un'infiammazione che influisce sul nostro benessere generale.

Mantenere un intestino sano può comportare cambiamenti nello stile di vita, come mangiare grassi sani, bere molta acqua e rimanere attivi.

Tabella grafica che confronta i potenziali benefici di NMN, Resveratrolo, Quercetina, Spermidina e CA-AKG sui segni distintivi dell'invecchiamento, mostrando come ogni composto potrebbe influenzare le cause dell'invecchiamento.

*Queste affermazioni non sono ancora state stabilite ufficialmente dalle autorità (europee) e si basano su articoli di ricerca.

6/ Problemi di regolamentazione della lavorazione degli alimenti

Rilevamento dei nutrienti deregolati

Il rilevamento dei nutrienti è il momento in cui il nostro corpo gestisce l'utilizzo e l'immagazzinamento del cibo che mangiamo. In gioventù, questo sistema funziona in modo efficiente, contribuendo all'energia e alla riparazione delle cellule. Ma con l'avanzare dell'età, può diventare meno preciso. Questo può portare a problemi come l'elaborazione inefficiente degli zuccheri o dei grassi, l'aumento di peso e l'infiammazione. Quando questo sistema è disattivato, può anche interrompere l'autofagia, il processo di pulizia delle nostre cellule. Questa interruzione può accelerare l'invecchiamento e portare a malattie legate all'età.

7/ Calo della produzione di energia

Disfunzione mitocondriale

La disfunzione mitocondriale si riferisce al declino della produzione di energia delle nostre cellule. Quando le cellule dispongono di abbondanti nutrienti, immagazzinano energia. Quando i nutrienti scarseggiano, le cellule si concentrano sulla riparazione. Tuttavia, a volte le cellule non reagiscono correttamente a causa di problemi con le vie di rilevamento dei nutrienti. Alcune proteine svolgono un ruolo nel metabolismo cellulare e nell'invecchiamento. Un modo per affrontare questo problema è ridurre l'apporto calorico dal 10% al 30%, assicurando che i nutrienti essenziali vengano comunque assunti. Questo approccio ha dimostrato di aumentare la salute e la longevità.

I mitocondri, le centrali energetiche delle nostre cellule, producono la maggior parte dell'energia di cui abbiamo bisogno. Ma questo processo rilascia anche particelle nocive chiamate radicali liberi. Nel tempo, queste particelle danneggiano i mitocondri, portando a una produzione di energia meno efficiente, a danni al DNA e a squilibri proteici. Con l'invecchiamento, abbiamo anche meno mitocondri, il che contribuisce alla debolezza muscolare e a un sistema immunitario meno robusto.

8/ Le cellule perdono la capacità di dividersi

Senescenza cellulare

Le cellule senescenti sono cellule vecchie o danneggiate che smettono di dividersi e non aiutano più i tessuti in cui vivono. Queste cellule non solo diventano inattive, ma inviano anche segnali dannosi che possono far diventare senescenti anche le cellule sane. Con il tempo, l'accumulo di queste cellule senescenti può causare problemi al nostro corpo. Possono irrigidire i nostri tessuti, ridurne la funzionalità e portare a malattie legate all'età.

In parole povere, mentre avere alcune cellule vecchie è naturale, averne troppe può accelerare il processo di invecchiamento e causare problemi di salute.

9/Aumento dell'infiammazione persistente

Infiammazione (nuovo)

L'infiammazione è un segno chiave dell'invecchiamento, spesso definito "inflammaging". Con l'avanzare dell'età, si può sviluppare un'infiammazione costante e di basso livello, che è collegata a molte malattie legate all'età. I ricercatori ritengono che questo tipo di infiammazione sia così importante da meritare un'attenzione particolare quando si parla di fattori di invecchiamento. L'infiammazione non è isolata, ma può influenzare altri aspetti della nostra salute, tra cui il comportamento delle cellule e l'equilibrio intestinale. Sebbene esistano sostanze come gli estratti di tè verde e lo zenzero che possono aiutare a gestire l'infiammazione, è essenziale comprendere il suo ruolo nel processo di invecchiamento.

10/ Il corpo esaurisce le cellule fresche

Esaurimento delle cellule staminali

Le cellule staminali, fresche e vuote, attendono i segnali per decidere il loro tipo e la loro funzione, il che le rende particolarmente utili per sostituire le cellule danneggiate del nostro corpo. Queste cellule indifferenziate possono trasformarsi in tipi di cellule necessarie e contribuire al mantenimento della salute del nostro corpo.

Tuttavia, le cellule senescenti, vecchie e non funzionanti, emettono segnali che causano infiammazione e possono ridurre l'attività delle cellule staminali, con un impatto sul nostro sistema immunitario e sulla capacità di rigenerazione dei nostri tessuti. Inoltre, problemi come l'accorciamento dei telomeri e cambiamenti genetici possono influire negativamente sulla loro funzionalità nel tempo.

11/ Perdita di comunicazione tra le cellule

Comunicazione intercellulare alterata

La capacità delle nostre cellule di comunicare tra loro può diminuire nel tempo, portando a ciò che è noto come comunicazione intercellulare alterata. Immaginiamo come dei telefoni con una cattiva ricezione, che causano incomprensioni tra le cellule. Questa "statica" fa sì che le cellule inviino segnali "SOS" quando non dovrebbero. Questi segnali contrastanti possono provocare infiammazioni e un sistema immunitario indebolito, aumentando la nostra vulnerabilità ai problemi di salute.

12/ Le cellule interpretano male le istruzioni

Disregolazione dello splicing (nuovo)

La disregolazione dello splicing è un segno distintivo dell'invecchiamento che si riferisce all'interruzione del modo in cui le cellule elaborano l'RNA, una molecola vitale per tradurre il nostro codice genetico in proteine funzionali. Lo splicing dell'RNA è come il montaggio di un film, in cui vengono eliminati gli spezzoni non necessari per creare una storia coerente. Con l'invecchiamento, questo processo di "editing" può diventare meno preciso, portando alla produzione di proteine errate o non funzionali. Queste anomalie proteiche possono interrompere le funzioni cellulari, contribuire a comportamenti cellulari anomali e accelerare il processo di invecchiamento. La comprensione della disregolazione dello splicing è fondamentale perché offre spunti di riflessione sulle malattie legate all'età e sui meccanismi più ampi dell'invecchiamento.

13/ Declino della pulizia cellulare

Autofagia compromessa (nuovo)

La compromissione dell'autofagia è un segno distintivo dell'invecchiamento. Pensiamo all'autofagia come al servizio di pulizia del nostro corpo, responsabile di riordinare e riciclare i componenti cellulari danneggiati. Tuttavia, con il passare del tempo, questo processo di pulizia diventa meno efficace. Questo declino delle pulizie cellulari è legato ai problemi legati all'età, tra cui il declino cognitivo e un sistema immunitario meno reattivo.

Gli studi hanno dimostrato che il potenziamento dell'autofagia può prolungare la durata della vita nei topi e migliorare l'efficacia dei vaccini nelle popolazioni anziane, ringiovanendo la loro risposta immunitaria.

14/ Aumento della rigidità dei tessuti

Proprietà meccaniche alterate (nuovo)

L'invecchiamento si riferisce a cambiamenti nelle cellule e nel loro ambiente circostante. Per esempio, le cellule dei fibroblasti cambiano la loro struttura interna quando invecchiano, il che influisce sul loro movimento e sulla comunicazione con le altre cellule. Questi cambiamenti, soprattutto nel sistema immunitario che invecchia, possono danneggiare i tessuti e nuocere alla salute. Inoltre, il nucleo di una cellula, una parte essenziale, cambia durante l'invecchiamento e può dare il via a ulteriori processi di invecchiamento cellulare. I trattamenti che stabilizzano questa parte della cellula possono prolungare la durata della vita in alcune condizioni che accelerano l'invecchiamento. Inoltre, l'ambiente esterno alla cellula perde flessibilità e diventa più rigido con l'avanzare dell'età, portando a vari problemi e malattie legati all'invecchiamento.

Gli integratori più popolari

Integratore di quercetina liposomiale in vendita da Purovitalis. Le capsule di quercetina liposomiale sono il modo più sufficiente per l'organismo di assorbire la quercetina.
Quercetina liposomiale
$35.00 - oppure si abboni e risparmi fino al 10%.
Integratore di resveratrolo, la scelta migliore per l'assorbimento è quella di optare per le capsule di resveratrolo trans liposomiale.
Resveratrolo liposomiale
$45.00 - oppure si abboni e risparmi fino al 10%.
30 capsule di NMN liposomiale, il miglior integratore di nmn per un assorbimento ottimale
NMN capsule liposomiali
Da: $35.00 - oppure si abboni e risparmi fino al 10%.
Integratore di Spermidina liposomiale, le capsule Spermidin Fusion contengono 5 mg di Spermidina ad alto dosaggio con aggiunta di vitamine.
Integratore di Spermidina
Da: $43.00 - oppure si abboni e risparmi fino al 10%.

Riferimenti dai segni distintivi dell'invecchiamento

  1. La quercetina a basso dosaggio regola positivamente l'apertura della salute dei topi ž ingling Geng, Zunpeng Liu, Si Wang, Shuhui Sun, Shuai Ma, Xiaoqian Liu, Piu Chan, Liang Sun, Moshi Song, Weiqi Zhang Note dell'autore Protein & Cell, Volume 10, Numero 10, Ottobre 2019, Pagine 770-775, https://doi.org/10.1007/s13238-019-0646-8
  2. La quercetina-3-O-glucuronide promuove la proliferazione e la migrazione delle cellule staminali neurali Link all'autore aprire pannello in sovrimpressioneSamrat Baral a b 1, Ramesh Pariyar a b 1, Jaehyo Kim b c, Ho-Sub Lee b c, Jungwon Seo a b https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28110104/
  3. Mobilitazione rapida e selettiva di tipi specifici di cellule staminali dopo il consumo di un estratto ricco di polifenoli dalle bacche di olivello spinoso (Hippophae) in soggetti umani sani Christian Drapeau,Kathleen F Benson &Gitte S Jensen Pagine 253-263 | Pubblicato online: 18 Oct 2022 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6368418/
  4. La quercetina promuove la proliferazione delle cellule staminali mesenchimali del midollo osseo e la differenziazione osteogenica attraverso l'asse H19/miR-625-5p per attivare il percorso Wnt/β-catenina Wei Bian, Shunqiang Xiao, Lei Yang, Jun Chen & Shifang Deng BMC Complementary Medicine and Therapies volume 21, numero di articolo: 243 (2021) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/34592982/
  5.  Il resveratrolo esercita un effetto dipendente dal dosaggio e dalla durata sullo sviluppo delle cellule staminali mesenchimali umane Lindsay Peltz,Jessica Gomez,Maribel Marquez,Frances Alencastro,Negar Atashpanjeh,Tara Quang,Thuy Bach,Yuanxiang Zhao Pubblicato: 16 maggio 2012 https://doi.org/10.1371/journal.pone.0037162
  6. Azione benefica del resveratrolo: come e perché? Link all'autore aprire pannello in sovrimpressioneGustavo Tomas Diaz-Gerevini Ph.D. a, Gaston Repossi Ph.D. a b c, Alejandro Dain M.D. a, María Cristina Tarres Ph.D. c d, Undurti Narasimha Das M.D., F.A.M.S. e f, Aldo Renato Eynard Ph.D. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32111491/
  7. Determinazione dei flavonoidi di Allium victorialis var. platyphyllum e del loro effetto sulla comunicazione intercellulare della giunzione di Gap. https://www.dbpia.co.kr/Journal/articleDetail?nodeId=NODE01728962
  8. Il resveratrolo contrasta la down-regulation dell'acido gallico indotta dalla comunicazione intercellulare della giunzione gap, Collegamenti autore aprire pannello overlayJong Hun Kim a b, Bo Kyong Lee b, Ki Won Lee b, Hyong Joo Lee
  9. Inibizione della comunicazione intercellulare della giunzione di Gap e attivazione della proteina chinasi attivata da perossidi organici che promuovono il tumore e protezione da parte del resveratrolo.
  10. Strategie di targeting per modulare lo splicing del pre-mRNA con piccole molecole: Recenti progressi
  1. Il bersaglio degli RNA non codificanti da parte della quercetina nella prevenzione e nella terapia del cancro, Man Wang, Xinzhe Chen, Fei Yu, Lei Zhang, Yuan Zhang e Wenguang Chang
  2. La quercetina e l'estratto di cipolla rossa ricco di quercetina alterano la metilazione del promotore Pgc-1α e l'espressione della variante di splicing.
  3. Il resveratrolo, modulando i livelli dei fattori di elaborazione dell'RNA, può influenzare lo splicing alternativo dei pre-mRNA, M. Andrea Markus,Francine Z. Marques,Brian J. Morris
  4. Ruolo regolatore del resveratrolo, un composto che controlla il microRNA, nell'espressione di HNRNPA1, che è associato a una prognosi sfavorevole nel cancro al seno.
  5. Il ruolo dell'induzione dell'autofagia nel meccanismo dell'effetto citoprotettivo del resveratrolo
  6. Il resveratrolo e i polifenoli correlati contribuiscono al mantenimento della stabilità del genoma.
  7. Aspetti inediti della protezione dall'età con l'integrazione di spermidina sono associati alla conservazione della lunghezza dei telomeri.
  8. Il legame epigenetico tra polifenoli, invecchiamento e malattie legate all'età
  9. https://www.nature.com/articles/s41392-020-00354-w/
  10. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/36040386/
  11. https://www.nature.com/articles/s43587-022-00322-9/
  12. https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/joa.13618/
Chiudere

Perché l'abbonamento?

Con l'assunzione di integratori, la coerenza è fondamentale. Ci può volere un po' di tempo per vedere i risultati, ecco perché il servizio di ripetizione è conveniente.

*nella maggior parte dei Paesi europei. Vedere la politica di spedizione.